• en
  • sl
  • it

Vendemmia 2017 – descrizione dell’annata

Descrizione generale dell’annata

La vendemmia 2017 presso Klet Brda promette un’annata molto interessante in termini di qualità, simile a quella del 2009, sostengono i viticoltori e gli enologi della più grande azienda produttrice di vini sloveni. La raccolta delle prime uve è iniziata a fine agosto. Quattrocento famiglie riunite nella cantina cooperativa hanno vendemmiato per poco più di un mese a seconda della maturità tecnica e organolettica delle diverse varietà e delle condizioni meteorologiche.

La vendemmia anticipata si deve al fatto che lo sviluppo vegetale è iniziato presto in primavera. Le precipitazioni non sono state abbondanti, ma sufficienti per la vite, e distribuite uniformemente durante tutto l’anno. Le temperature sono state leggermente sopra la media e per questo ci aspettiamo dei vini dalla struttura complessa, simili a quelli del 2006 e del 2009, considerate tra le annate migliori in Brda,” spiega Goran Jakin, responsabile del servizio di consulenza di Klet Brda.

Nonostante il gelo primaverile e la grandine in agosto, che hanno ridotto la resa del 20% circa, le condizioni sono state favorevoli alla crescita della vite, aggiunge Jakin. Le giornate calde e le notti fresche in agosto hanno favorito la maturazione, dando ai vini, in particolare ai bianchi, un profilo aromatico più intenso. Le piogge in settembre hanno creato qualche difficoltà ai vendemmiatori, ma finora non hanno compromesso la qualità dell’uva.

Quest’anno i soci di Klet Brda hanno coltivato 1000 ettari di vigneti, nei quali hanno prodotto più di 6200 tonnellate di uve, ovvero il 20% in più rispetto all’anno scorso. Nel 2016 i prezzi per chilo di uva andavano da 0,38€ a 1,20€. Quest’anno il prezzo medio dell’uva per vini di qualità ammonterà a 0,65€ per chilo, mentre il prezzo medio dell’uva per vini pregiati sarà in media 0,85€ al chilo. I prezzi varieranno da 0,40€ a 1,20€. Anche la dinamica dei pagamenti sta migliorando grazie alla crescita delle esportazioni.

La vendemmia è sempre anche un’ottima occasione per consolidare i rapporti con i partner esteri. Quest’anno vi hanno partecipato partner commerciali provenienti da Stati Uniti, Cina, Polonia, Croazia, Bosnia-Erzegovina e Italia. “Offrire ai nostri ospiti stranieri un’esperienza a 360 gradi – dalla vigna e dalla cantina alla gastronomia e alla cultura– si è dimostrato da anni uno dei metodi più efficaci per la promozione del vino, della regione di Brda e dell’intera Slovenia,” sottolinea Silvan Peršolja, direttore di Klet Brda.

Corso della vendemmia

Klet Brda ha iniziato a raccogliere le prime varietà bianche usate per la produzione degli spumanti il 23 agosto 2017 e ha continuato ininterrottamente la raccolta delle uve bianche fino a metà settembre. Nella seconda metà del mese è stato il turno delle varietà rosse, che hanno così raggiunto la maturità fenolica. Gran parte della vendemmia si è conclusa entro il 22 settembre 2017. Restano nei vigneti ancora le uve di qualche Cabernet e Ribolla Gialla, che verranno usate per vini speciali.

 

Situazione sul mercato

 

Fin dalla sua fondazione Klet Brda è una cooperativa, che oggi riunisce 400 famiglie di viticoltori e impiega 100 persone. Essa è il motore della viticoltura e della produzione di vino nella regione di Brda, ed è un’azienda che mantiene e crea posti di lavoro nelle zone rurali, offrendo alle giovani famiglie prospettive per il futuro. Il lavoro nei vigneti stimola e richiede, inoltre, una cooperazione intergenerazionale.

I vigneti dei soci sono inclusi in un sistema di agricoltura integrata. Applicando i principi dell’agricoltura sostenibile, educando i soci e sostenendo le attività secondarie (ad es. frutticoltura e olivicoltura), Klet Brda contribuisce notevolmente alla conservazione del paesaggio culturale e della biodiversità in Brda.

Con il 16% di quota sul mercato regolamentato è la principale cantina vinicola sul mercato sloveno.

L’azienda sta per raggiungere uno dei suoi obiettivi strategici ovvero il 50% di fatturato proveniente dalle vendite sui mercati esteri. Klet Brda ha avvertito la necessità di basare la crescita sulle esportazioni già negli anni Novanta. Nel 2001 ha acquistato la Laureate Imports Company, impresa di importazione statunitense con sede ad Atlanta. Gli Stati Uniti sono attualmente il più importate mercato estero per Klet Brda, con un milione di bottiglie – principalmente vini bianchi secchi – vendute all’anno. Il mercato di esportazione di maggior interesse per i vini rossi pregiati è la Cina, dove le vendite sono in costante aumento. Altri mercati di rilievo per Klet Brda sono il Regno Unito, l’Italia, la Polonia, il Benelux, la Germania, il Giappone e i paesi dei Balcani occidentali.

Klet Brda è un’azienda che ricopre un ruolo decisivo sul mercato del vino sloveno e promuove la Slovenia come destinazione del turismo enologico. Indirizza molti dei suoi sforzi all’integrazione sia all’interno del settore enologico, sia nell’ambito dell’intero settore alimentare. La cooperativa ha sempre svolto un importante ruolo sociale e la partecipazione alla vita quotidiana di Brda è un elemento fondamentale delle sue attività.

 

Published on 27. 9. 2017 categorised in:

limite di età


Per accedere al sito di Klet Brda devi avere l’età stabilita dalla legge per il consumo di alcolici. Cliccando sul pulsante entrare, confermo di avere l'età legale per bere vino nel paese dove sto accedendo al sito.

Entra

Ooops...

It looks like you're using an old version of your browser.
For the best experience, please update your browser or use alternative options as Mozilla Firefox and Google Chrome.